Dormire bene - Guida al sonnoMolto spesso la sostituzione del materasso viene rimandata continuando cosi a mantenere abitudini scorrette che pregiudicano la qualità del riposo.

Vogliamo darvi qualche spunto di riflessione su quali possono essere i primi segnali per iniziare a pensare di cambiare il materasso troppo vecchio ed usurato, che molto spesso rischia di non farci dormire ma soprattutto di non farci riposare.

  1. Girarsi troppo spesso durante la notte: non trovare una posizione comoda da mantenere per gran parte della notte è uno dei sintomi più comuni delle persone che dormono male, dovuto al fatto che il materasso utilizzato non permette di assumere una postura corretta rispettosa delle esigenze specifiche di ognuno.
  2. Svegliarsi indolenziti o con dolori accentuati rispetto alla sera prima: un sonno ristoratore dovrebbe permetterci di svegliarci al mattino più riposati e senza dolori particolari rispetto alla sera quando ci siamo coricati, molto spesso anche i piccoli indolenzimenti che tendono ad alleviarsi durante la giornata sono sintomo di un dormire scorretto, che ripetuto tutte le notti per diverse ore provocherà inevitabilmente problematiche evitabili con un sistema letto corretto e studiato personalmente.
  3. Non trovare mai un cuscino comodo dopo averne provati diversi: tante persone, soprattutto per dolori al collo e alle spalle pensano erroneamente che il problema sia esclusivamente del cuscino, cosi iniziano a cambiarlo, prima uno, poi un altro, fino ad arrivare ad accumulare cuscini su cuscini senza mai trovare quello corretto, il perché è molto semplice: nel 90% dei casi la colpa non è mai del cuscino, ma della postura scorretta che assumiamo per colpa di un materasso troppo vecchio o non idoneo per chi ci deve dormire sopra.
  4. Non avere un sonno continuo: Un materasso troppo vecchio, di qualità discutibile, o non adatto alle esigenze di chi deve utilizzarlo, rischia di interrompere il sonno profondo più volte durante la stessa notte, cosi da compromettere la qualità del vostro riposo, un recente studio infatti ha dimostrato che anche solo pochi micro risvegli (girarsi spesso nel letto ad esempio) durante la notte compromettono il riposo di tutta la notte, cosi da risvegliarsi alla mattina più stanchi di quando si è andati a dormire.
    Per risolvere questo problema un nuovo sistema letto calibrato per vostre esigenze è l’unica soluzione possibile con risultati garantiti.
  5. Dormire a pancia in giù: Dormire a pancia in giù è considerata la peggior posizione per un sonno corretto, essa appiattisce la curva naturale della colonna vertebrale e causa dolori alla parte bassa della schiena, inoltre dormire tutta la notte con la testa girata da un lato può provocare gravi problemi a collo e cervicale, oltre a creare contratture  e lo stiramento dei muscoli del collo.

Se vi doveste riconoscere in uno di questi cinque punti allora è il momento di ripensare al vostro modo di dormire.

Quando si è stanchi si può dormire ovunque, ma riposare è un’altra cosa.
Da Sileoni troverai soluzioni a questi problemi e potrai finalmente risolvere i tuoi problemi con il sonno.